Front Page 2017-12-15T17:22:45+00:00
  • Antoine Le Menestrel svela la “drammaturgia” della sua scalata

    Il dialogo passa dal primo 8a in free-solo a Rimbaud, dalla dimensione fantastica della scalata alle sonorità di Frank Zappa. Il legante è sempre lo stesso, la capacità creativa di Antoine Le Menestrel, uno dei più formidabili interpreti della scalata, in parete e su architetture urbane. Padre di un vero e proprio genere, Le Menestrel si racconta in una lunga e affascinante intervista che dimostra come la scalata non sia "solo" l'unione tra preparazione e performance, ma abbia una valenza artistica, politica per certi aspetti.

  • Quella voglia di partire che solo lo scialpinismo ti può dare

    Marika Favé ci racconta la sua passione per sci, pelli di foca e pendii innevati. Una passione che una volta che ti ha catturato, non ti molla più. E ti fa dimenticare anche il binomio fatica-freddo.

  • Albinen ha detto “si”, 60.000 euro a famiglia per vivere in montagna

    Heidi non sarà più sola. Ad Albinen in Svizzera è stata approvata la manovra di ripopolamento demografico dell'abitato di montagna. Sul piatto 60.000 euro alle nuove famiglie residenti che decideranno di ricominciare dalle Terre Alte. Attenzione però, non è tutto oro ciò che luccica, nemmeno in Svizzera

  • Neve sul Monte Grappa, ecco la firma del lupo

    Ci hanno insegnato a temerli, sin da bambini. Qualcosa di simile all'incarnazione del male, o delle nostre paure... comunque un nemico sempre utile in quanto alla fine viene sconfitto e la minaccia passa. Penso alle [...]

  • La montagna si spopola, è giusto pagare migliaia di euro per attirare nuovi residenti?

    La mistificazione delle terre alte non può che complicare le cose. Si perde il contatto con la realtà, sfuggono i problemi reali e con questi le progettualità per risolverli, per rilanciare l’ambiente a partire dalle radici: gli abitanti originari e le economie locali. Per carità, nessuno intende riportare i “montanari” all’età della pietra...




Antoine Le Menestrel svela la “drammaturgia” della sua scalata

11 dicembre, 2017|0 Comments

Il dialogo passa dal primo 8a in free-solo a Rimbaud, dalla dimensione fantastica della scalata alle sonorità di Frank Zappa. Il legante è sempre lo stesso, la capacità creativa di Antoine Le Menestrel, uno dei più formidabili interpreti della scalata, in parete e su architetture urbane. Padre di un vero e proprio genere, Le Menestrel si racconta in una lunga e affascinante intervista che dimostra come la scalata non sia "solo" l'unione tra preparazione e performance, ma abbia una valenza artistica, politica per certi aspetti.

Quella voglia di partire che solo lo scialpinismo ti può dare

6 dicembre, 2017|0 Comments

Marika Favé ci racconta la sua passione per sci, pelli di foca e pendii innevati. Una passione che una volta che ti ha catturato, non ti molla più. E ti fa dimenticare anche il binomio fatica-freddo.

Albinen ha detto “si”, 60.000 euro a famiglia per vivere in montagna

4 dicembre, 2017|3 Comments

Heidi non sarà più sola. Ad Albinen in Svizzera è stata approvata la manovra di ripopolamento demografico dell'abitato di montagna. Sul piatto 60.000 euro alle nuove famiglie residenti che decideranno di ricominciare dalle Terre Alte. Attenzione però, non è tutto oro ciò che luccica, nemmeno in Svizzera

Neve sul Monte Grappa, ecco la firma del lupo

2 dicembre, 2017|2 Comments

Ci hanno insegnato a temerli, sin da bambini. Qualcosa di simile all'incarnazione del male, o delle nostre paure... comunque un nemico sempre utile in quanto alla fine viene sconfitto e la minaccia passa. Penso alle [...]

La montagna si spopola, è giusto pagare migliaia di euro per attirare nuovi residenti?

29 novembre, 2017|2 Comments

La mistificazione delle terre alte non può che complicare le cose. Si perde il contatto con la realtà, sfuggono i problemi reali e con questi le progettualità per risolverli, per rilanciare l’ambiente a partire dalle radici: gli abitanti originari e le economie locali. Per carità, nessuno intende riportare i “montanari” all’età della pietra...

Dopo Bears Ears, Trump minaccia anche la wilderness dell’Alaska

27 novembre, 2017|0 Comments

Nel piano fiscale del presidente statunitense c’è il progetto di trivellare dentro l’Arctic National Wildlife Refuge alla ricerca di petrolio e gas naturale. E quella che è considerata “The Last Great Wilderness” rischia di essere devastata.

Transamerica Pyramid, ovvero la verticalità di San Francisco

24 novembre, 2017|0 Comments

Max Solinas e Marek ci portano nella città più iconica della Bay Area, in California. Per scoprire non solo le bellezze di Frisco, ma anche per ritrovare una parte di interiorità perduta, con un free solo inconsueto.

The Great Trail, da sola in bici nel Canada più selvaggio

22 novembre, 2017|2 Comments

di Antonella Giacomini

La montagna è di moda oggi, ma fino a quando?

20 novembre, 2017|0 Comments

Di montagna si parla sempre di più. Il 2017 sarà ricordato come l’anno della rinascita dell’interesse per le terre alte. Sui grandi quotidiani, così come sui social media e in libreria, la presenza è sempre maggiore. È solo un fuoco di paglia? Forse no.

Di roccia, di vento, di acqua, metafisica della natura

15 novembre, 2017|0 Comments

Mauro Bianchet è nato a Belluno nel 1946. Negli anni Settanta ha frequentato il Centro Nazionale Mestieri Artistici di Venezia. Il suo percorso artistico ha conosciuto fasi diverse in un’ottica di riflessione e ricerca continue: [...]

Pagina successiva